Stemma e logo di Comune di Piteglio
Comune di Piteglio - Sito Ufficiale | via Casanuova, 51020, Piteglio (PT) - tel. 0573.69014
Home Page home page
Contattaci contattaci
Eventi della vita eventi della vita
Aree Tematiche aree tematiche
Elenco A-Z elenco A-Z
Rubrica del Comune rubrica del Comune
Ricerca allegati ricerca allegati Stampa Stampa contenuto

Sei in:  home » Il Turismo » Gli itinerari » Itinenario: Popiglio - Prunetta

Gare avvisi e concorsi

Impianti Sportivi

Itinenario: Popiglio - Prunetta

Popiglio (mt 505) - Prunetta (mt 998)

Tappa breve che collega i due paesi attraverso mulattiere la cui età si perde nel tempo.
Presenta un dislivello di 600 metri in salita e 147 in discesa, ma complessivamente la tappa è ben distribuita.
Si visitano luoghi di notevole interese storico e suggestivi paesini recentemente restaurati e resi ad antico splendore.
L'ultimo tratto è su strada asfaltata non particolarmente frequentata.
La visita al ponte sospeso o al paese di Piteglio e la possibilità di una escursione equestre costituiscono interessanti integrazioni della tappa.


Descrizione della tappa

Dalla chiesa di Popiglio si prosegue in direzione del centro del paese e dove la strada statale 12 forma una curva a gomito per scendere nella lucchesia, a destra del bar, si prende via del Poggio ricollegandosi con la strada medievale.

Il Villaggio di Migliorini
Lungo questa si scende in pochi minuti al ponte di Castruccio che costituisce il punto altimetricamente più basso dell' intero percorso.
Il ponte fu fatto costruire, come viene comunemente asserito, da Castruccio Castracani, intorno al 1317, allo scopo di costruire un più agevole collegamento fra Lucca e Pistoia.
Taluni ritengono invece che Castruccio si sia limitato al restauro di un precedente ponte romano.
Caratteristica di questo è di avere un arco a schiena d'asino con una discreta luce che permetteva di sfidare le impetuose acque del torrente, oggi imbrigliato a monte dagli invasi dell' Enel.
Intorno al ponte, sulla riva sinistra del fiume, il granduca fece costruire alcuni edifici che erano sede della dogana e di un corpo di guardia che vigilava sui frequenti atti di brigantaggio che si verificavano in questa zona.
Proseguendo il cammino, si risale sulla vecchia mulattiera che costeggiava a sinistra questi edifici, fino ad arrivare in località Lambure.
Da poco tempo è stato realizzato qui un maneggio (Club Ippico Campanelle) al quale è possibile rivolgersi per escursioni equestri nei dintorni.
Dopo circa un ora dalla partenza siamo nei pressi del Lolle e ripreso il sentiero che si inoltra in un bosco di castagno si giunge a Migliorini.
Questo caratteristico villaggio è stato recentemente restaurato e costituisce un ottimo esempio di architettura rurale.
Si prosegue attraversando il villaggio e, in prossimità di un vecchio lavatoio, si sale, lasciando la strada, per imboccare una mulattiera a mezza costa, in direzione di Piteglio, sede del Comune.
Questa mulattiera che costituiva il vecchio collegamento fra Migliorini e Prunetta, conduce fino alla Croce. Da qui si sale fino ad Aiale per poi raggiungere Prataccio.
Dal paese, superato un piccolo ponte si gira a sinistra salendo al campo da tennis e quindi in località Cecafumo.
Il tratto finale, che raggiunge Prunetta, pur essendo interamente su strada asfaltata, costituisce una piacevole passeggiata.
Il paese, non offre posti tappa ma è dotato di ottime strutture ricettive.
Una comoda strada asfaltata collega il paese alla Macchia degli Antonini, stupenda zona ricca di incantevoli fiori nel periodo primaverile e di boschi di abete e faggio.
Qui è previsto un collegamento con il giro escursionistico del pesciatino (Valleriana Trekking).

Pagina aggiornata il 13/08/2008 da
  • Comune di Piteglio
  • via Casanuova, 51020, Piteglio (PT)
  • Telefono: 0573.69014
  • Fax: 0573.69028
  • P.IVA: 00140720475

Portale Web e Content Management System realizzati da SPAD srl | Openpage CMS